Livello del lago

 

 

Limiti alla

navigazione

 

Porti

 

 

Aree

balneabili 

 

Temperature

venti

 

Albo pretorio

online

 

Amm.

trasparente 

joomla templates top joomla templates template joomla

Chi siamo

AUTORITA' DI BACINO LACUALE DEI LAGHI D'ISEO, ENDINE E MORO


Scopi dell'Autorità:

  1. L’Autorità ha come scopo, ai sensi dell’art. 48 della l.r. n. 6/2012, l’esercizio in forma associata delle funzioni degli Enti locali in materia di demanio lacuale. L’Autorità esercita per gli Enti locali aderenti e sul territorio di rispettiva competenza le seguenti funzioni:
    1. il rilascio delle concessioni per l'utilizzo del demanio lacuale e dei relativi porti interni, ivi inclusi l'accertamento e la riscossione di canoni ed indennizzi, la vigilanza, la tutela e la difesa amministrativa e giudiziale delle aree da violazioni ed abusi, la rimozione di occupazioni abusive, relitti e rifiuti, la manutenzione delle strutture per la navigazione e la fruizione del demanio;
    2. il rilascio delle autorizzazioni, in accordo con le autorità competenti e gli enti interessati, per le manifestazioni nautiche di interesse comunale e gli spettacoli pirotecnici ed altri analoghi, ai sensi dell'articolo 91 del D.P.R. n. 631/1949.
  2. In caso di adesione all’Autorità da parte di Province, l’Autorità esercita le seguenti ulteriori funzioni:
    1. il rilascio dell'autorizzazione alle manifestazioni nautiche su tutte le acque interne navigabili, in accordo con le autorità competenti e gli enti interessati, ai sensi dell'articolo 91 del D.P.R. n. 631/1949, ad eccezione di quelle di interesse di un solo comune;
    2. il rilascio delle autorizzazioni all'uso delle acque del demanio della navigazione interna, in accordo con le autorità competenti e sentiti i Comuni interessati, per le manifestazioni aeronautiche;
    3. l'iscrizione nei registri delle navi e dei galleggianti, sia di servizio pubblico sia di uso privato, nonché la vigilanza sulle costruzioni delle nuove navi, ai sensi degli articoli 146, 153 e 234 del R.D. n. 327/1942 e degli articoli 67, 146 e 147 del D.P.R. n. 631/1949;
    4. il rilascio delle licenze di navigazione e dei relativi certificati di navigabilità o idoneità a svolgere tutte le attività correlate ai sensi degli articoli 146, 153, 160, 161 e 1183 del R.D. n. 327/1942 e degli articoli 36, 67 e 69 del D.P.R. n. 631/1949;
    5. la vigilanza sull'attività delle scuole nautiche ai sensi dell'articolo 28 del decreto del D.P.R. n. 431/1997;
    6. l'autorizzazione di apertura delle scuole nautiche.
  3. Spetta altresì all’Autorità l’attuazione, in qualità di stazione appaltante per i Comuni aderenti, del programma degli interventi regionali sul demanio delle acque interne di cui all’art. 12 della l.r. n. 6/2012 e il rilascio del preventivo parere che i Comuni non associati devono ottenere prima di procedere alla realizzazione di tali interventi.
  4. L’Autorità può gestire servizi ed esercitare attività finalizzate alla manutenzione, salvaguardia, vigilanza, regolamentazione, valorizzazione, studio e promozione del demanio idrico e della navigazione interna, delle sue infrastrutture e delle attività economiche presenti sul territorio degli Enti locali aderenti, nonché in ambiti territoriali limitrofi o comunque funzionali al demanio della navigazione interna. Tali attività devono essere gestite in regime di equilibrio tra costi e ricavi, e comunque senza aggravi, nemmeno indiretti, a carico della Regione. Tra le attività di specifica competenza rientrano:
    1. i servizi e le attività conferiti all’Autorità dalla Regione Lombardia in forza di leggi, convenzioni o accordi;
    2. i servizi e le attività conferiti dalla Provincia di Bergamo, dalla Provincia di Brescia e dai Comuni rivieraschi dei Laghi d’Iseo, Endine e Moro in forza di convenzioni o accordi;
    3. i servizi e le attività conferiti da enti, pubblici o privati, riconducibili alle finalità previste nel presente comma.
  5. L’Autorità assumerà tutte le iniziative utili a favorire una gestione a livello di bacino lacuale delle problematiche legate al demanio delle acque, alla navigazione interna e allo sviluppo delle attività a queste collegate secondo gli indirizzi stabiliti dall’Assemblea.
  6. L’Autorità può eseguire qualsiasi attività che abbia relazione o attinenza con gli scopi dell’ente e che sia comunque ritenuta utile per il miglior raggiungimento della proprie finalità.
  7. L’Autorità può costituire o assumere partecipazioni in società o enti aventi scopi analoghi od affini, per lo svolgimento di attività collaterali o complementari all'attività principale per le quali sia opportuna l'associazione con altri soggetti pubblici o privati.
  8. All’Autorità competono altresì, previo trasferimento delle risorse regionali di cui all’art. 40, co. 10, della l.r. n. 6/2012, le funzioni di cui all’art. 40, co. 5 e seguenti della l.r. n. 6/2012 relative alla programmazione, regolamentazione e controllo dei servizi di navigazione pubblica ed alla gestione del patrimonio e del demanio strumentali sui Laghi d’Iseo, Endine e Moro.
  Copyright © 2015 Autorità di Bacino Lacuale dei Laghi dIseo Endine e Moro Tutti i diritti riservati. - Via Vittorio Veneto, 76 24047 Sarnico (BG) - C.F. 95127830164   Realizzato da Harnekinfo s.r.l.